Credito d'imposta a favore delle imprese per l'acquisto di energia nel terzo trimestre 2022
(art. 6 comma 3 del Decreto Legge 115/2022)

 

Le imprese con forniture di potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW possono beneficiare di un contributo, sotto forma di credito d’imposta, pari al 15% della spesa sostenuta per l’acquisto dell’energia consumata nel terzo trimestre 2022.

Il contributo:
- spetta se il costo medio del kWh risultante dalle bollette del secondo trimestre 2022 alla voce “Spesa per la materia energia” risulta superiore del 30% rispetto a quello dello stesso trimestre del 2019;
- non è tassato ai fini IRES e IRAP;
- è cumulabile con altre agevolazioni a condizione che il cumulo e la non concorrenza alla formazione dell’imponibile IRES e IRAP non comporti il superamento del costo sostenuto.

Il credito d’imposta:
- non può essere chiesto a rimborso;
- può essere utilizzato in compensazione tramite modello F24 entro il 30/09/2023 (nuovo termine definito in sede di conversione in legge del Decreto);
- può essere ceduto per intero a terzi, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari.

I conteggi potranno essere forniti esclusivamente su richiesta email delle imprese medesime all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
L’email dovrà avere oggetto “Credito d’imposta III trimestre 2022” e riportare:
- il soggetto titolare della fornitura così come riportato in bolletta e immutato dal 01/04/2019;
- la partita IVA;
- la data di costituzione dell’impresa risultante dalla Visura Camerale;
- l'indirizzo PEC da utilizzare per le comunicazioni all'impresa, se diverso dall'indirizzo PEC mittente.

  

Credito d'imposta a favore delle imprese per l'acquisto di energia nel quarto trimestre 2022
(art. 1 comma 3 del Decreto Legge 144/2022 e art. 1 comma 1 del Decreto Legge 176/2022)

 

I cosiddetti "Decreto Aiuti ter" e "Decreto Aiuti quater" hanno ulteriormente prorogato la misura a favore delle imprese, ma con modificazioni.

In particolare, il contributo:
- spetta se il costo medio del kWh risultante dalle bollette del terzo trimestre 2022 alla voce “Spesa per la materia energia” risulta superiore del 30% rispetto a quello dello stesso trimestre del 2019;
- è esteso alle imprese con forniture a partire da 4,5 kW di potenza disponibile;
- da diritto a un credito d’imposta pari al 30% della spesa sostenuta per l’acquisto dell’energia consumata rispettivamente a ottobre e novembre 2022 (ai sensi del DL 144/2022) e a dicembre 2022 (ai sensi del DL 176/2022);
- può essere utilizzato in compensazione tramite modello F24 entro il 30/09/2023 (nuovo termine definito in sede di conversione in legge del Decreto).

I conteggi potranno essere forniti esclusivamente su richiesta email delle imprese medesime all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
L’email dovrà avere oggetto “Credito d’imposta ottobre e novembre 2022” oppure "Credito d'imposta dicembre 2022" e riportare:
- il soggetto titolare della fornitura così come riportato in bolletta e immutato dal 01/07/2019;
- la partita IVA;
- la data di costituzione dell’impresa risultante dalla Visura Camerale;
- l'indirizzo PEC da utilizzare per le comunicazioni all'impresa, se diverso dall'indirizzo PEC mittente.

  

* * *

Modalità di calcolo e confronto 2019-2022 del costo medio del kWh alla voce "Spesa per la materia energia"

Tutte le informazioni necessarie sono desumibili dalle bollette e relativi elementi di dettaglio che contabilizzano i consumi mensili 2019 e 2022.

Il costo medio del kWh in ciascun trimestre è il rapporto tra:
- la somma degli importi della “Spesa per la materia energia”;
- la somma dei consumi fatturati.

Si tenga presente che la “Spesa per la materia energia” ricomprende anche componenti tariffarie in quota fissa, proporzionali ai giorni fatturati e non al consumo rilevato; pertanto il costo medio del kWh non è un valore standard, bensì varia per ogni fornitura.

Per le imprese non ancora costituite alla data del 1° luglio 2019, il prezzo medio della "Spesa per la materia energia" del 2° trimestre 2019 si assume pari a 0,06247 euro/kWh.
Per le imprese non ancora costituite alla data del 1° ottobre 2019, il prezzo medio della "Spesa per la materia energia" del 3° trimestre 2019 si assume pari a 0,06271 euro/kWh.

La variazione percentuale può essere calcolata come segue:

( costo medio kWh 2022 x 100 / costo medio kWh 2019 ) - 100

Se il risultato è superiore a 30 significa che la condizione che dà diritto al contributo è verificata.

 

 

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di “terze parti”. E’ possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l’utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Cliccando sul pulsante OK, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo all’apposita informativa. Maggiori informazioni Gestione cookies.

Accetto i cookie